TEATRO, MUSICA E SOLIDARIETA’ AI CANOTTIERI THALATTA PER LA CASA DELLE DONNE

MESSINA, 21 ottobre. La storia è quella “piccola” di una ragazza del Sud in un dopoguerra attanagliato dalla fame e dall’ignoranza. Una donna, sfigurata e sola col suo bambino, che sorride comunque alla vita. E racconta, in dialetto calabrese, di un matrimonio vagheggiato, della sfortuna di nascere femmina, dell’aspettare che si sposi la sorella più grande, del cedere alle lusinghe e del tentativo dei familiari di ucciderla perché disonorata.

Una “perla”, breve e intensa, dello spettacolo “Dissonorata” che Saverio La Ruina – attore, regista e drammaturgo pluripremiato UBU – ha regalato ieri sera ai Canottieri Thalatta per la serata dedicata al Cirs onlus. Un momento di grande spettacolo e cultura che ha impreziosito una serata già straordinaria grazie alla bravura delle Glorius4, ensemble tutto al femminile composto da Agnese Carrubba, Federica D’Andrea, Cecilia Foti e Mariachiara Millimaggi, applauditissime da un pubblico numeroso e attento. Le Glorius, Primo Premio e Premio d’Onore al Concours International Léopold Bellan di Parigi, hanno anche dato un assaggio del loro album d’esordio dal titolo “Play”, con la produzione artistica di Tony Canto.

La serata conclusasi con una cena che ha potuto contare sul contributo delle donne della Casa Famiglia, è stata resa possibile grazie all’impegno dei Canottieri Thalatta che ha registrato il tutto esaurito nel salone che si affaccia davanti alla Madonnina. Il ricavato è andato in solidarietà al Cirs Onlus di Messina, l’ente di reinserimento sociale che quest’anno si è intestato la battaglia per evitare che venga smantellato lo stabile che da trent’anni ospita la casa famiglia che ospita donne in difficoltà e vittime di violenza con i oro bambini.

Dopo i saluti e i ringraziamenti della presidente del Cirs Maria Celeste Celi e l’intervento del presidente dello storico sodalizio sportivo Silverio Magno, è toccato alla vicepresidente Aurora Notarianni, spiegare le finalità della serata e gli obiettivi dell’ente di reinserimento sociale, in piena campagna di raccolta fondi per l’acquisto della casa famiglia, una battaglia di civiltà avviata a gennaio di quest’anno e che merita ancora l’attenzione dei messinesi per tutto l’anno che verrà. Aurora Notarianni ha ricordato anche che è partita la campagna di iscrizioni al Cirs per sostenere la onlus. Solo venti euro danno diritto anche ad una serie di sconti e agevolazioni su tutti i servizi offerti dall’Ente e dalla Casa Famiglia che si prepara ad avviare una serie di attività.

«A cominciare dal rilancio della cucina con catering e servizio ai tavoli, così come avviene anche stasera – ha detto la vicepresidente – Ma sono previsti anche corsi di cucina e cucito con un laboratorio di riparazioni altamente professionale e uno showroom di abiti vintage». Da non perdere dunque il prossimo appuntamento al Cirs, il 26 ottobre, ore 16.30, dove sarà possibile offrire la propria disponibilità a collaborare nei vari settori.

In cantiere anche momenti culturali importanti come un laboratorio teatrale che culminerà con uno spettacolo che coinvolge insieme ad attori professionisti ed aspiranti tali, donne e bambini della Casa Famiglia.

Infine una collaborazione importante in vista del Natale. Il pasticcere Lillo Vinci di via Palermo, primo posto regionale e secondo in Italia per il panettone più buono del 2017, ha dato la propria disponibilità a realizzare fino a cento panettoni il cui ricavato sarà devoluto al Cirs. Non si tratta di un panettone qualunque ma di un vero e proprio dolce della migliore tradizione pasticcera natalizia che si potrà acquistare a soli 25 euro che recherà nella confezione le finalità sociali dell’iniziativa. Per sapere di più su tutte le attività del Cirs: www.cirme.it, tel. 090 40820 Email: cirsonlusme@virgilio.it

 

Di seguito il link su Fb con un frammento del concerto dello Glorius4,

https://www.facebook.com/1687092338178797/posts/2154535864767773/

l’intervento dell’attore e regista Saverio La Ruina

e di Silverio Magno

Share: